Lo studio condotto da Pwc nel 2018, a cui ha partecipato DOSIM Healthcare, riguarda il settore sanitario e più particolarmente l’esternalizzazione delle funzioni secondarie o di supporto di un’organizzazione.
A tal fine è stato condotto un sondaggio tra 268 dirigenti di aziende sanitarie svizzere: sono state ricevute 83 risposte. A queste si aggiungono 30 interviste personali con specialisti di vari settori come la psichiatria, la riabilitazione, i servizi sanitari, ecc. Ai fornitori di servizi di esternalizzazione specializzati come DOSIM è stato anche chiesto di fornire un’analisi accurata e uno studio globale pertinente.

 

Qual è l’obiettivo principale dell’esternalizzazione? Concentrarsi sulle competenze chiave della sua attività, sul suo core business.
Per quali risultati? Un netto risparmio sui costi, nonché una flessibilità, e una maggiore qualità nei servizi di supporto, che consentono di rafforzare la capacità di investimento nel suo core business.

 

Quali sono i punti principali dei risultati dello studio Pwc?

  1. Lo studio mostra che i costi delle funzioni di supporto di un’organizzazione sanitaria possono essere oggettivamente ridotti dal 5 al 10%.
  2. L’esternalizzazione comporta l’implementazione di processi di ottimizzazione a tutti i livelli operativi.
  3. L’innovazione (nuove tecniche, prodotti, buone pratiche) fornita a tutti i livelli dell’organizzazione attraverso l’esternalizzazione offre nuove opportunità a livello gestionale.
  4. Un servizio su misura e in evoluzione è essenziale per un’esternalizzazione positiva.
  5. Le prime funzioni di supporto esternalizzate sono la pulizia e l’informatica, le altre seguono gradualmente: ciò dimostra la realtà di un tale approccio graduale.
  6. Infine, questa scelta gestionale permette di ottimizzare la gestione del personale e dei materiali, risparmiando così sui costi.

Maggiori informazioni su questo studio? Contattate il vostro interlocutore DOSIM consultando la mappa delle nostre sedi.

Ritorno alla liste della attualità